enerMiA

enerMiA

Siamo una società di vendita di energia nel mercato libero, operante su tutto il territorio Italiano.

Offriamo una consulenza diretta ai clienti avvalendoci di personale altamente qualificato e professionale, in grado di comprendere le principali esigenze di ogni singolo cliente e proporre sempre un’offerta personalizzata.


Grazie ad un’operazione preliminare di analisi approfondita delle modalità di consumo, dell’andamento del mercato e delle diverse e variabili componenti che gravano sulla fattura, ne deriva un risparmio pratico ed economico, basato su logiche di trasparenza, chiarezza e affidabilità di cui l’azienda ne ha fatto i propri ideali.

 
Ci proponiamo di rendere chiara e trasparente la vendita dell'energia.




 

 

a12307-agevolata-iva-interventi
 

 



 


Quali sono le imposte sull'energia elettrica (ACCISA/IVA)?
Segui il 
link, scarica la tebella in formato excel.

 

 

esenzione-canone-rai
 

Esonero canone RAI, chi ne ha diritto:
- contribuente con utenza elettrica resienziale

CONTINUA A LEGGERE  SCARICA IL MODULO
- cittadini ultra settantacinquenni
CONTINUA A LEGGERE  SCARICA IL MODULO
- diplomatici e militari stranieri
CONTINUA A LEGGERE  SCARICA IL MODULO


 


CANONE_RIMBORSO


 

    
       



Rimborso canone Rai, chi ne ha diritto
CONTINUA A LEGGERE

Modulo rimborso
SCARICA IL MODULO

 



differenza-tra-enel-energia-enel-servizio-elettrico-300x157


 


Quando si parla di servizio elettrico nazionale e di distribuzione dell’energia spesso si fa riferimento alla conosciutissima azienda Enel. Come ben sappiamo nel panorama del mercato dell’energia, in passato, erano 2 le società che portavano questo nome e che sono in particolare:

-Enel;
-Enel distribuzione. 
Poi è nata Enel energia.

Il cittadino comune si potrebbe perciò chiedere se queste tre realtà siano concretamente la stessa cosa.. e pensando ciò sbaglierebbe! Perché ognuna di queste società possiede un proprio e ben definito ruolo all’interno del mercato elettrico nazionale.
Un cenno al passato e uno sguardo al presente
Circa mezzo secolo fa, precisamente nel 1962, nasceva l’Ente nazionale per l’energia elettrica, il cui acronimo è rappresentato dalla nota sigla ENEL. Molto semplicemente le mansioni dell’azienda si riassumevano nel rifornire di energia la quasi totalità dello stivale, attraverso una serie di fasi che avevano inizio con la produzione della stessa energia, fino alla sua distribuzione a livello nazionale.Un semplice ed intuitivo quadro riguardante lo sviluppo e l’erogazione del servizio elettrico nazionale, che risulta attualmente mutato, questo in seguito alla cosiddetta comparsa della liberalizzazione, il cosiddetto avvento del mercato libero dell’energia, sia essa riferita alla componente elettrica o al gas.La liberalizzazione del mercato dell’energia avvenuta con il decreto Bersani del 2001 ha imposto ad Enel di separare societariamente alcune delle sue attività, in particolare e da qui la creazione di Enel Distribuzione (oggi e-distribuzione), Enel maggior tutela (divenuta poi semplicemente Servizio Elettrico Nazionale) e Enel energia.
In cosa si differenziano le società?

E’ innanzitutto necessario tenere bene a mente, prima di inoltrarci in discorsi più complessi, che la grande differenza rispetto al passato è che attualmente si parla di mercato tutelato e mercato libero.
E-DISTRIBUZIONE (GESTIONE DELLE RETI)
La prima società di cui far menzione è E-Distribuzione (già Enel Distribuzione) gruppo societario che si occupa essenzialmente di gestire la rete elettrica con i relativi lavori di connessione e manutenzione; questa società non opera con i clienti finali ma direttamente con le società di vendita dell’energia, come tutte le società di Distribuzione (es.: Amet a Trani(BT), Acea a Roma ecc.).Sono poi presenti le due società che si occupano in modo diretto della fornitura di energia elettrica e gas alla clientela, sfruttando le due tipologie di mercato, il mercato cosidetto di maggior tutela ed il nuovo mercato libero dell’energia.
SERVIZIO ELETTRICO NAZIONALE (MERCATO TUTELATO)
In quest’ottica possiamo dire che il Servizio Elettrico Nazionale svolge il ruolo che in passato era a carico della primissima ENEL, fornendo elettricità ad un prezzo fissato dall’autorità per l’energia, stessa situazione che si verificava in presenza del vecchio mercato. Il Servizio Elettrico Nazionale eroga quindi energia secondo le Tariffe del Servizio di Maggior Tutela.
ENEL ENERGIA (MERCATO LIBERO)
L'Enel Energia (come Eni, Enegan, Engie, enerMiA ecc.) invece giocano all’interno del nuovo mercato libero dell’energia, fissando tariffe in base alle esigenze della clientela e soprattutto alle sane regole della concorrenza.


 



bonus-luce-e-gas-1

 



Bonus sociale, chi ne ha diritto
CONTINUA A LEGGERE
Modulo bonus sociale
SCARICA IL MODULO




 

 

NEWS-bolletta-2.0


Come leggere la bolletta
DIGITA QUI

 
 



 



Come si determinano i consumi dell'energia

consumo-fatturato

Il consumo fatturato può essere:

- reale (fornito dal distributore) è coincide con quello indicato dal contatore;
- stimato, calcolato su di una stima presunta;
- autolettura, sulla base dei dati forniti dal cliente.

 



Chi devo chiamare in caso di interruzione della fornitura.

Il Distributore è l'ente responsabile del trasporto e della consegna della corrente fino alla rete privata ed è anche tenuto alle manutenzioni sull'infrastruttura, composta da centraline, cavi e tralicci. Il fornitore con cui hai stretto il contratto, per esempio enerMiA, è invece l'azienda che si occupa della vendita dell'energia elettrica e gas e della fatturazione. In caso di guasti alla line chi deve rispondere con interventi immediati è il Distributore. Il numero da chiamare in caso di disfunzione, blackout o interruzione è riportato in fattura. Ti consigliamo di salvare il numero sulla rubrica del cellulare in modo da averlo disponibile quando serve. 

 




Cosa succede se il mio fornitore cessa di operare

 

La continuità della fornitura è assicurata. In base alla Direttiva Europea 2003/54/CE, infatti, l'Acquirente Unico svolge la funzione di garante per la tutela dei consumatori. In particolar modo per ciò che concerne la sicurezza dell'approvvigionamento, a prescindere dalla società di vendita di riferimento, la Direttiva ha istituito la figura del "Fornitore di ultima istanza", che di fatto si sostituisce al venditore inadempiente, in attesa che il cliente finale scelga un nuovo fornitore.

 
 
 

 




 
 

La filiera elettrica è composta da una serie di fasi che intercorrono tra la produzione ed il consumo. Quando accendiamo una lampadina, ci troviamo nell'ultima fase della filiera elettrica.

Quali sono i passaggi che precedono il consumo di energia elettrica nelle abitazioni e che consentono di trasformare la materia prima in energia elettrica?

Filiera_Gas



 

 

La filiera del gas naturale in Italia va dall'approvvigionamento, tramite estrazione o importazione dall'estero, sino alla distribuzione finale nelle abitazioni dei cittadini. Da quali fasi si compone la catena del gas naturale?